Santuario della BVM di Lourdes

Facciata del Santuario
Facciata del Santuario

L’opera di Giovan Battista Caniana fu costruita negli anni 1733-1742.

G.B. Caniana (1671 -1754), nato come intagliatore intarsiatore, è uno dei più grandi architetti bergamaschi e questo Santuario si rivela come una delle più alte espressioni della architettura tardo-barocca della bergamasca.

Questa fu la terza chiesa nella storia di Chignolo. Venne intitolata a S. Pietro Apostolo e solo successivamente, con la costruzione della nuova chiesa, venne riconsacrata con il titolo di Santuario della B.V.M. di Lourdes.

L’interno che fu subito abbellito dalla popolazione, purtroppo, venne modificato in parte.

I quadri dedicati a San Pietro vennero spostati nella nuova chiesa di S. Pietro (l’attuale parrocchiale); l’organo Serassi venne anch’esso trasportato e modificato da Giacomo Locatelli, mentre la tribuna espositoria e le cantorie dorate sono andate disperse.

L’interno venne così “riabbellito” nel 1954, nelle sue parti mancanti con affreschi e con il nuovo tema della vita di Maria, dato che la chiesa venne riconsacrata sotto il titolo di B.V.M. Immacolata (nome che Maria disse a Bernadette Soubirous).

Mentre furono eseguiti gli affreschi, venne restaurato l’interno del Santuario. Le operazioni di  ristrutturo riguardarono gli stucchi, i marmi e la volta.

Successivamente nel levare la pavimentazione, furono scoperte delle antiche  cappelle sotterranee contenenti  alcune tombe.

Fu scoperto casualmente un affresco del battesimo di Gesù di origine antica. Furono inoltre rifatte le porte interne ed i banchi; negli anni ottanta, venne rifatto l’impianto di illuminazione.

Nel biennio 2007-2008, sono stati restaurati gli esterni.

Foto dell’Interno